Venerdì acuto.

Eh lo so, un post in dialetto. Ma non poteva essere altrimenti!

venerdì - szandri

Advertisements

D’oh!

Qualcosa mi dice che per migliorare la comunicazione devo ridurre allusioni poetiche, figure retoriche e perifrasi, andando dritta al sodo.

momento romantico 2 - szandri

Audio off.

Image

Quante parole.

Parole vomitate sui giornali, alla radio, in tv. Parole che circolano su internet, parole mormorate alla macchinetta del caffè, urlate nell’ufficio accanto, borbottate al telefono, soffocate tra le labbra. Parole lamentose, scandalose, arrabbiate. Giudizi, etichette, presunte verità. La verità è uno specchio rotto in mille pezzi, a ognuno il suo pezzetto. Parole anche le mie, pensieri che si fanno chiasso, che rimbombano nel silenzio interiore, ogni giorno e ogni giorno e ogni giorno. Otto ore di parole.

Brusio costante.

E poi il vento. Il mare, il silenzio. Un abbraccio. Audio off. Respiro, finalmente. Aria lucida.